Frequently Asked Questions

E' giusto essere risarciti ed in particolare il danneggiato ha facoltà di ottenere un veicolo in sostituzione per il tempo necessario alle riparazioniRecenti sentenze di cassazione hanno chiarito che il danneggiato privato del proprio mezzo può essere risarcito per il noleggio di un veicolo sostitutivo, per il tempo necessario strettamente necessario  alle riparazioni.

Ogni lesione è un caso a sé e vanno valutate in opportuna sede medico-legale. A seguito del risultato di questa visita si potrà calcolare il risarcimento spettante.

I risarcimenti del danno parentale conseguente alla perdita di un familiare dipendono da diversi fattori, principalmente legati al grado di parentela, al legame affettivo esistente tra essi, alla residenza o meno nello stessa abitazione ed altri fattori. Per quanto riguarda i tempi di liquidazione noi di Scisap siamo riusciti, in alcuni casi, a far ottenere somme superiori ai 100.000,00 euro, in acconto,  a poco più di 90 giorni dall'evento per poi definire le intere partite prima dello scadere di un anno dall'evento.    

Beh, questa domanda che ci fa ripercorrere un vissuto davvero triste. Il caso interessava un uomo molto giovane che a causa di un incidente stradale ha perso l'uso di mote delle sue capacità cognitive a causa di un ematoma cerebrale. La battaglia per il risarcimento è stata vinta , senza fare 1 giorno di causa in tribunale, facendo ottenere un risarcimento di un milione e seicentomila euro, tuttavia la tristezza delle condizioni in cui il nostro assistito è rimasto ci ha lasciato una grande tristezza dentro.    

Assolutamente si. Basta avere conoscenze specifiche nel settore, saper impostare la richiesta risarcimento danni, saper quantificare il danno ed avere abbastanza tempo a disposizione per stare dietro agli uffici sinistri.

Se il familiare è convivente e le lesioni subite turbano la vita familiare assolutamente si.

In questi casi essere tutelati è fondamentale perché le soluzioni sono diverse per ottenere un risarcimento adeguato. Le compagnie di assicurazione tendono a far valere il principio che va liquidato il valore del mezzo detratto il valore del relitto (facendo pertanto una ulteriore decurtazione del risarcimento).

Il costo della consulenza rientra tra le spese emergenti e fa parte dei danni arrecati a seguito dell'incidente; per questo deve essere risarcito dal responsabile e quindi dall'assicurazione che è obbligata in solido, tranne nei casi di particolare importanza, nei qual casi verranno presi accordi tra le parti.

Quest'affermazione non è assolutamente vera. Tuttavia bisogna dare prova con esami strumentali, come ad es. RX che vi siano delle alterazioni del tratto cervicale.

Il tempo del risarcimento varia a secondo del caso. Se trattasi di soli danni a cose, cioè al mezzo, ed è stato firmato il modello blu, il risarcimento deve avvenire entro 30 gg. In caso contrario occorrono 60gg dalla data del ricevimento di una raccomadata con ricevuta di ritorno.